Il contrafforte pliocenico
w
w
w
.
o
s
c
a
r
t
e
x
t
.
c
o
m


w
w
w
.
o
s
c
a
r
t
e
x
t
.
c
o
m


w
w
w
.
o
s
c
a
r
t
e
x
t
.
c
o
m


Il contrafforte pliocenico Ŕ ben visibile dalla Valle del Setta su cui mostra le sue pareti di arenaria a strapiombo. Da questo contrafforte spiccano in ordine da Sasso Marconi verso Vado le cime di Monte Mario (466 m), della Rocca di Badolo (475 m), di Monte del Frate (547 m) e di Monte Adone (655 m). In particolare tra il paese di Badolo (situauto sul crinale) e Monte Adone il contrafforte si mostra come una lunga naturale muraglia di arenaria, che sembra congiungere i monti.
Durante il Pliocene la Pianura Padana era ancora sott'acqua e i fiumi Reno, Setta, Savena, Zena ed Idice sfociavano in un golfo poco profondo la cui linea di costa era circa 10-15 km a monte rispetto all'attuale Via Emilia. Questi cinque fiumi che scorrevano paralleli sedimentavano i loro detriti su questa linea di costa che con una frequenza di 20000/300000 anni si innalzava e risprofondava (le spinte orogeniche infatti ora innalzavano una parte e ne facevaono sprofondare un'altra e viceversa - basculamento-; da parte sua anche il mare aveva periodi di innalzamento e periodi di abbassamento del suo livello a cusa di galciazioni e deglaciazioni). Quando questa linea era sott'acqua i fiumi sedimentavano e quindi costruivano il contrafforte, quando si innalzava erodevano formando valli e modellano cime, per poi tornare a sedimentare. All'innalzarsi definitivo di questo contrafforte di arenaria alcuni fiumi come il Setta, che prima correva da solo verso il mare, hanno dovuto cambiare corso: ora il Setta confluice nel Reno proprio ai piedi di Monte Mario, l'inizio del contrafforte pliocenico.
Le foto sono del 1988 e del 1992.

Oscar Testoni - 03/06/2006
© Copyright www.oscartext.com

Il contrafforte pliocenico visto da Monte Adone con il Monte del Frate, la Rocca di Badolo e Monte Mario Il contrafforte pliocenico visto dall'altopiano presso campione con il Monte del Frate, la Rocca di Badolo e Monte Mario
Il contrafforte pliocenico tra Badolo e Monte Adone, visto da un sentiero (esposto!) che lo percorre a metÓ in direzione Monte Adone Il contrafforte pliocenico tra Badolo e Monte Adone, visto da un sentiero che lo percorre sul crinale in direzione Badolo Il sentiero (esposto!) che percorre a metÓ il contrafforte pliocenico tra Badolo e Monte Adone
Il contrafforte pliocenico verso Monte Adone e la Cima di Monte Adone
Argomenti correlati - su questo sito si veda:
Il tramonto a Monte Adone La Rocca di Badolo

La presente pagina non vuole in alcun modo essere una guida escursionistica od alpinistica, ma un semplice racconto di una giornata e/o una segnalazione di una bellezza naturale e/o culturale. La presente pagina dunque non sostituisce ma presuppone la consultazione delle guide in commercio oltre che della relativa cartografia. In alcun modo l'autore e il sito si assumono alcuna responsabilitÓ di qualsiasi ordine giuridico e legale per eventuali danni o incidenti. L'uso delle informazioni della presente pagina sarÓ sempre a proprio rischio e pericolo.


WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!