1901 - 2001: i 100 anni
del Rifugio Franco Cavazza al Pisciad¨

Il Rifugio Franco Cavazza e il Lago Pisciad¨

Tra il 1892 e il 1894 fu attivata ad opera della Sezione di Bamberga del Club Alpino Tedesco Austriaco la Bamberger Hutte (Hutte Ŕ femminile), che in italiano oggi chiamiamo Rif. BoŔ, situato a m. 2873 di altezza all'interno del gruppo del Sella, sotto il Piz BoŔ.

Questo rifugio ebbe un tale successo da spingere la medesima sezione di Bamberga ad aprire un altro rifugio nel gruppo del Sella, presso il Lago Pisciad¨ a m. 2585. La costruzione della Pisciad¨ Hutte fu decisa in un'Assemblea del dicembre del 1901, realizzata nei due anni successivi e inaugurata nell'agosto del 1903.

Anche questo rifugio, inizialmente non custodito (le chiavi erano presso l'ospizio di Passo Gardena), ebbe un tale successo che i problemi sorti dall'autogestione dei frequentatori spinsero la Sezione del Clup d'oltralpe a gestirlo, come giÓ si trovarono costretti a fare per la Bamberger Hutte.

La Prima Guerra Mondiale, come ben sappiamo, spost˛ i confini dell'Italia e dopo molte incertezze nel 1932 l'Amministrrazione militare concesse in uso questo rifugio alla SAT (SocietÓ Alpinisti Tridentini), che giÓ lo aveva restaurato a sue spese.
Ma negli anni Quaranta, quando la SAT si rese conto della necessitÓ di un suo ampliamento, non avendo la disponibilitÓ finanziaria sufficiente per i lavori, fu aiutata dalla Famiglia Cavazza, che voleva onorare la memoria del Conte Dott. Franco Cavazza, socio del CAI di Bologna, caduto in Albania nel 1941 durante la Seconda Guerra Mondiale e dalla stessa Sez. del CAI di Bologna.
Nel 1942, continuando le difficoltÓ finanziarie della SAT, il Rif. Pisciad¨ venne acquistato dalla Sez. CAI di Bologna, che lo intitol˛ Rifugio Franco Cavazza.

Il panorama
in cima alla
Val Setus





Il Panorama
nei pressi del rifugio

Il Rif. Franco Cavazza


Ma la storia completa del Rifugio, un autentico spaccato di storia alpinistica all'interno della storia italiana, Ŕ contenuta nel pregevole volume I 100 anni del Rifugio Franco Cavazza al Pisciad¨ edito dalla Sezione CAI di Bologna "Mario Fantin".

Mostre fotografiche e serate di diapositive sono state organizzate per i mesi di luglio e agosto del 2001 a Corvara, San Leonardo e San Cassiano, ma le manifestazioni per la celebrazione del centenario sono culminate il 15 e il 16 settembre 2001.

Oscar Testoni

Il Rif. F. Cavazza al Pisciad¨ Ŕ aperto dal 01/07 al 15/09.
Tel. rifugio 0471/836292
Per informazioni fuori dal periodo di apertura: Tel. 0471/847341.

Scheda del Rifugio
WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!