Montagna e letteratura

Scaffaggiuolo
il Lago Scaffaiolo nelle parole del Boccaccio

a cura di Oscar Testoni

w
w
w
.
o
s
c
a
r
t
e
x
t
.
c
o
m


«Scaffaggiuolo, lago picciolo è nell'Appennino, il quale fra la regione di Pistoia e Modena s'inalza, e più per miracolo che per la copia dell'acqua memorabile, perocché, come dànno testimonianza tutti gli abitatori, se alcuno da per sé, ovvero per sorte, sarà che getti una pietra o altro in quello, che l'acqua muova, subitamente l'aere s'astringe in nebbia e nasce di venti tale fierezza che le querce fortissime e li vecchi faggi vicini o si spezzano o si sbarbano dalle radici»

Boccaccio

Con queste parole il Boccaccio riporta una leggenda degli abitanti della zona, che a sua volta riflette una dato climatico. Il Lago Scaffaiolo è infatto posto lungo il crinale appenninico tosco-emiliano, affascinante per la sua collocazione solitaria e nuda, privo di pesci a causa della sua bassa temperatura, non contornato da ruscelli o alberi ma solo da sassi e da un morbido prato. Le acque limpide cambiano aspetto per il veloce mutare delle condizioni meteorologiche: non è infrequente vederlo avvolto da nebbia. Nonostante la quota non sia eccessiva (m. 1775), la sua collocazione lo porta ad essere spesso battuto da venti di Libeccio e Tramontana che raggiungono la velocità di 120 km/h, talvolta di 200 km/h, l'escursione termica è molto ampia e d'inverno la zona è coperta da neve e ghiaccio. Molto probabilmente sono stati proprio questa rapidità con cui cambia il tempo e la forza con cui si abbattono i venti a suscitare la fantasia degli "abitatori" di cui Boccaccio riporta la "testimonianza".

Oscar Testoni
(02/02/02)

Argomenti correlati - Su questo sito si veda:
Rifugio Duca degli Abruzzi Storia del Rif. Duca degli Abruzzi
Lago Scaffaiolo Scaffaggiuolo: Boccaccio e il Lago Scaffaiolo
Cascate del Dardagna Santuario di Madonna dell'Acero
Parco Corno alle Scale Corno alle Scale
Pagina dei Rifugi
WOP!WEB Servizi per siti web... GRATIS!